Ma l’acqua su Marte pagherà la tassa di 1 cent a bottiglia?

Dal Corriere di oggi. «Una specie di paradiso: lì forse c’è vita» – Margherita Hack Notizie dalla Nasa ci informano che la tanto attesa scoperta di acqua su Marte pare veramente avvenuta. Che al Polo sud di Marte ci fosse ghiaccio d’acqua lo aveva già mostrato un esperimento italiano sulla sonda europea Mars Express. Ora […]


Dal Corriere di oggi.

«Una specie di paradiso: lì forse c’è vita» – Margherita Hack

Notizie dalla Nasa ci informano che la tanto attesa scoperta di acqua su Marte pare veramente avvenuta. Che al Polo sud di Marte ci fosse ghiaccio d’acqua lo aveva già mostrato un esperimento italiano sulla sonda europea Mars Express. Ora però sembra che alcune variazioni fra un’immagine di Marte e un’altra, precedente, mostrino proprio l’avvenuto scioglimento di una formazione di ghiaccio. Ma perché tanto interesse per il ritrovamento dell’acqua su Marte? La presenza di acqua è strettamente legata alla possibilità di vita. Già i primi robot, Viking 1 e Viking 2, atterrati su Marte nel 1976, cercarono indizi della presenza di forme di vita elementari, ma senza successo. La ricerca continua da parte delle due sonde della Nasa – Mars Global Surveyor e Mars Odissey – che ricevono i dati dei due robot Spirit e Opportunity, e da parte della sonda europea Mars Express. D’altra parte Marte è il luogo più favorevole, dopo la Terra, per ospitare forme di vita elementare. Infatti ha una tenue atmosfera, essenzialmente di anidride carbonica, che però da luogo a un debole effetto serra che mantiene la temperatura entro limiti sopportabili. Per esempio all’equatore la temperatura può variare da circa 15 gradi centigradi di giorno a -80 di notte. Marte, come la Terra, presenta le stagioni, perché il suo equatore è inclinato rispetto al piano dell’orbita di circa 25 gradi, un valore molto simile a quello terrestre di 23,5 gradi; come la Terra anche Marte ruota attorno al proprio asse con un periodo di poco superiore a quello terrestre, 24 ore e 37 minuti. In confronto a Mercurio e alla Luna, completamente privi di atmosfera e dove la temperatura passa, rispettivamente, da quasi +400 e +100 gradi centigradi nelle parti illuminate dal Sole a valori inferiori a -100 nelle parti non illuminate, e a Venere, la cui densa atmosfera ha prodotto un tale effetto serra da portare la temperatura a circa 500 gradi centigradi, Marte rappresenta quasi un paradiso. Oggi è una superficie desertica, ma non si può escludere che in passato sia stato molto ricco di acqua, come suggeriscono varie formazioni geologiche, e che ci sia ancora acqua liquida e possibilmente vita nel suo sottosuolo.

4 Comments

  1. :/ ho paura degli alieni :/

    grazie per il commento :) condivido quello che hai scritto ovviamente… :D tu sei già laureato? io ho iniziato questa avventura da un anno e mezzo e sono ancora parecchio ignorante… per ora punto molto sulla passione ^^

  2. io ho paura degli ingegneri ;-p

    Non sono ancora laureata (mi mancano due esami) e intanto lavoro come architetto d’interni. Poi devo fare la specialistica… insomma, il cammino è ancora lungo anche per me.

  3. ahahha io sono fidanzata con un ingegnere XD anche se è una lotta ogni giorno :P (vabbe scherzo)

    che bello l’arredamento di interni :) pensi che farai su quello la specialistica?

  4. Sono ancora molto combattuta riguardo alla specialistica: la specialistica in interni, da me (Milano) tratta di tutto fuorché dell’arredamento d’interni. Onestamente non ho ancora avuto modo di informarmi. Comunque sì, sono orientata verso quella parte. Al limite passerò a design.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.