Sweet dreams

Ho appena fatto un sogno splendido, e pensare che non ce n’erano le premesse dato che mi sono addormentata con la testa sulla tastiera del computer e ora ho stampate in fronte una barra spaziatrice e una b… O luce etterna che sola in te sidi,  sola t’intendi, e da te intelletta  e intendente te […]

Ho appena fatto un sogno splendido, e pensare che non ce n’erano le premesse dato che mi sono addormentata con la testa sulla tastiera del computer e ora ho stampate in fronte una barra spaziatrice e una b


Venere dormiente
O luce etterna che sola in te sidi, 
sola t’intendi, e da te intelletta 
e intendente te ami e arridi! 
Quella circulazion che sì concetta 
pareva in te come lume reflesso, 
da li occhi miei alquanto circunspetta, 
dentro da sé, del suo colore stesso, 
mi parve pinta de la nostra effige: 
per che ‘l mio viso in lei tutto era messo. 
Qual è ‘l geomètra che tutto s’affige 
per misurar lo cerchio, e non ritrova, 
pensando, quel principio ond’elli indige, 
tal era io a quella vista nova: 
veder voleva come si convenne 
l’imago al cerchio e come vi s’indova; 
ma non eran da ciò le proprie penne: 
se non che la mia mente fu percossa 
da un fulgore in che sua voglia venne. 
A l’alta fantasia qui mancò possa; 
ma già volgeva il mio disio e ‘l
velle, 
sì come rota ch’igualmente è mossa, 
l’amor che move il sole e l’altre stelle.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.