AM4_MK_modeluses017

Usi del modello (2)

Come accennavo ieri, l’uscita della ISO 19650 mi ha dato l’occasione per rivedere le mie lezioni teoriche sul BIM, svecchiando un po’ di passaggi. Ho deciso quindi di condividervi le mie vecchie lezioni, in modo che ciò che ho tagliato non vada perso e, soprattutto, in modo da mettere in prospettiva i vecchi concetti rispetto a […]

Come accennavo ieri, l’uscita della ISO 19650 mi ha dato l’occasione per rivedere le mie lezioni teoriche sul BIM, svecchiando un po’ di passaggi. Ho deciso quindi di condividervi le mie vecchie lezioni, in modo che ciò che ho tagliato non vada perso e, soprattutto, in modo da mettere in prospettiva i vecchi concetti rispetto a ciò che c’è di nuovo nel mondo del BIM. Dopo la lunga introduzione di ieri, oggi vi condivido la parte dl lezione relativa agli usi del modello nella concezione statunitense.

3. Usi del modello: lo standard americano

Un primo riferimento per comprendere il concetto di uso del modello ci viene da uno standard americano e, come sappiamo, gli Stati Uniti non hanno riconosciuto la ISO 19650, al contrario dell’Unione Europea che ha deciso di adottarla e farla propria. Si tratta del capitolo 5.9 nel corpus dei cosiddetti National BIM Standards realizzati dal National Institute of Building Sciences in quanto parte della buldingSMARTalliance.

La versione più recente del testo risale all’ottobre 2013: si tratta di un testo ormai vecchi di sei anni, e nel mondo in cui viviamo sei anni sono un sacco di tempo. Il mondo era molto diverso, sei anni fa: c’era la guerra civile in Siria e la Casa Bianca era in shut-down per l’incapacità del governo di prendere una decisione su alcuni temi importanti. E se pensate che vi stia prendendo in giro, guardate qui.

In ogni caso, il testo è vecchio ma interessante. Si può scaricare gratuitamente dal sito degli standard, è solo necessario effettuare la registrazione (o, nel mio caso, ricordarsi la password). Oltre a un sistema di classificazione, fornisce alcune definizioni, e un framework per l’identificazione degli usi.

purpose (BIM Use)
the specific objective to be achieved when applying Building Information Modeling during a facility’s life.
(National BIM Standard – United States® Version 3)

AM4_MK_modeluses008
Mappa di processo per l’identificazione degli usi del BIM.

Nello standard si parlava già di model purpose, cosa che fa mantenere al testo una grande rilevanza anche alla luce della ISO 19650. Sono tuttavia concetti che ha più senso riprendere quando si affronta la relazione tra model use e Level of Development, anche se dovrebbe essere chiaro ormai che i Livelli di Sviluppo sono in conseguenza diretta degli usi selezionati.

AM4_MK_modeluses009


3.1 Classificazione americana dei model use

In diretta correlazione al lavoro svolto anni prima dalla Penn State, e ora tolto dal web, gli Standard americani individuano quindi una macro-classificazione dei model purposes suddividendoli in cinque categorie:

  • Gathering
  • Generating
  • Analyzing
  • Communicating
  • Realizing

Si tratta di cinque fasi più o meno in seguenza temporale, dalla pianificazione dell’opera fino alla sua realizzazione e riprendono direttamente l’approccio di Kreider e Messner.

BIM Uses
«method of applying Building Information Modeling during a facility’s lifecycle to achieve one or more specific objectives»
(Kreider & Messner, 2013)

AM4_MK_modeluses010
I model use individuati dalla Penn State nel 2013

A ogni obiettivo vengono poi assegnate delle sotto-declinazioni, che esplicitano meglio cosa si intenda per ciascuno di loro. Anchre questi corrispondono a quelli evidenziati dalla Penn State University e lo standard fornisce, accanto a ciascuno di loro, una definizione di ciò che si intende con ogni termine.

AM4_MK_modeluses011

  • Gathering (Raccogliere):
    • Capture (Catturare): rappresentare o preservare lo stato attuale del fabbricato;
    • Quantify (Quantificare): esprimere o misurare le quantità all’interno del fabbricato;
    • Monitor (Monitorare): raccogliere informazioni riguardo alle prestazioni del fabbricato o dei suoi impianti;
    • Qualify (Dettagliare qualitativamente): caratterizzare o identificare lo stato di elementi del fabbricato.

AM4_MK_modeluses013

  • Generating (Generare):
    • Prescribe (Prescrivere): determinare le necessità sottese alla selezione di elementi all’interno del progetto fabbricato;
    • Arrange (Organizzare): determinare il posizionamento degli elementi nel progetto del fabbricato;
    • Size (Dimensionare): determinare potenza e scala degli elementi all’interno del progetto del fabbricato.

AM4_MK_modeluses014

  • Analyzing (Analizzare):
    • Coordinate (Coordinare): garantire l’efficienza e l’armonia nelle relazioni tra gli elementi del fabbricato;
    • Forecast (Prevedere): prevedere le prestazioni future degli elementi, degli impianti e degli assiemi all’interno del fabbricato;
    • Validate (Validare): verificare o dimostrare l’accuratezza delle informazioni e che queste siano logiche e ragionevoli.

AM4_MK_modeluses015

  • Communicating (Comunicare):
    • Visualize (Visualizzare): formare una rappresentazione realistica del fabbricato e dei suoi elementi;
    • Draw (Rappresentare): formare una rappresentazione simbolica del fabbricato e dei suoi elementi;
    • Transform (Trasformare): modificare le informazioni e tradurle in modo che possano essere ricevute da un altro flusso di processo;
    • Document (Documentare): creare un documento da informazioni del fabbricato, incluse informazioni necessarie a specificare uno o più componenti del fabbricato stesso.

AM4_MK_modeluses016

  • Realizing (Realizzare):
    • Fabricate (Fabbricare): usare le informazioni per fabbricare elementi destinati al fabbricato;
    • Control (Controllare): usare le informazioni per manipolare fisicamente le operazioni di macchinari destinati alla realizzazione o all’assemblaggio di componenti del fabbricato;
    • Assemble (Assemblare): usare le informazioni per comporre e assemblare elementi destinati ai sistemi del fabbricato;
    • Regulate (Regolare): usare le informazioni per informare il funzionamento di un elemento del fabbricato.

AM4_MK_modeluses017

Accanto ad ogni definizione, lo standard americano fornisce un set di sinonimi per aiutare ulteriormente a comprendere cosa si intenda.

AM4_MK_modeluses012


3.2 Caratteristiche dei model use nello standard americano

Vale la pena di spendere un istante per ricordare che le espressioni usate dallo standard (Facility, che ho tradotto con Fabbricato; Element che ho tradott con Elemento, System che ho tradotto con Sistema laddove non si intendeva indicare un impianto) sono terminologie specifiche che derivano dalla ISO 12006 sulla classificazione nell’industria delle costruzioni.

AM4_MK_modeluses018

Tenendo a mente questa nomenclatura, e ricordando che la ISO 12006 è ancora assolutamente in vigore e fondamentale per le nostre considerazioni, per Facility Element si possono intendere un sacco di elementi, dal coniglio all’ala-X.

.AM4_MK_modeluses019 AM4_MK_modeluses020.

Indipendentemente dalla sua posizione nella classificazione, la Penn State, e lo standard americano di conseguenza, invitano a specificare almeno tre elementi all’interno del singolo utilizzo:

  • L’elemento coinvolto dall’uso (o, per lo meno, la sua categoria);
  • La fase in cui questo elemento è coinvolto;
  • La disciplina di riferimento.

Queste caratteristiche vanno a comporre e dettagliare il Livello di Sviluppo.

AM4_MK_modeluses021

Come dicevo il Livello di Sviluppo è l’argomento di un’altra lezione, che condividerò più avanti. Vale però la pena di spendere qualche parola in più sulle altre tre caratteristiche.

AM4_MK_modeluses022

Almeno per quanto riguarda le fasi, lo studio americano si impegna a dettagliare fasi trasversali alle quattro tradizionali ovvero:

  • Plan (Pianificazione);
  • Design (Progettazione);
  • Construct (Costruzione);
  • Operate (Gestione).

Queste ulteriori considerazioni non sono incluse nello standard americano, che si ferma ad uno specchietto simile a quello riportato sopra. Vale però la pena di dar loro un’occhiata, mantenendo a mente che i processi BIM funzionano meglio in presenza di fasi brevi, con obiettivi chiari e consegne frequenti.

AM4_MK_modeluses023

Alla luce di queste considerazioni, tre rapide esercitazioni consentono di mettere a fuoco il concetto. Per tre usi abbastanza tradizionali (Design Authoring, Design Review, Lighting Analysis) aiuta interrogarsi circa la fase in cui generalmente vengono richiesti, gli attori coinvolti e il loro scopo all’interno della macro-suddivisione fornita dallo standard americano.

AM4_MK_modeluses024
Scrivere la lettera corrispondente accanto a Fase, Attori e Scopo che si considerano adatti per i tre usi indicati.

Queste le risposte possibili, anche se in alcune aule ho ricevuto descrizione di scenari che rendevano plausibili anche altri attori, altre fasi e, più difficilmente, altri scopi. L’obiettivo della breve esercitazione è stimolare il ragionamento, non fornire soluzioni preconfezionate. La cosa dovrebbe essere valida per qualunque tipo di insegnamento.

AM4_MK_modeluses025AM4_MK_modeluses026AM4_MK_modeluses027


 

Domani, stesso posto stessa ora, la parte di lezione relativa all’approccio di Bilal Succar nella classificazione dei model uses.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.