Digital&BIM – Il BUG nell’arena “Progettazione e Networking”

Se qualche anno fa qualcuno mi avesse detto che avremmo visto una fiera sul BIM e gli strumenti digitali per l’edilizia, mi sarei messa a ridere. E non perché io non abbia fiducia nel livello di dibattito, ricerca, mestiere e sperimentazione, che si può raggiungere nel nostro Paese, lo sapete. Semplicemente perché nemmeno uno spirito […]

Se qualche anno fa qualcuno mi avesse detto che avremmo visto una fiera sul BIM e gli strumenti digitali per l’edilizia, mi sarei messa a ridere.
E non perché io non abbia fiducia nel livello di dibattito, ricerca, mestiere e sperimentazione, che si può raggiungere nel nostro Paese, lo sapete. Semplicemente perché nemmeno uno spirito ottimista come il mio era riuscito a prevedere l’accelerazione incredibile che il dibattito nazionale ha visto verificarsi negli ultimi tre anni.

Avrei trovato ancora più difficile da credere che la Fiera di Bologna avrebbe convertito al tema una edizione del suo Salone Internazionale dell’Edilizia, oggi biennale e cui Digital & BIM, idealmente, si sostituisce quest’anno.

Ma continuo con la congiuntura di avvenimenti incredibili.
Immaginate che non si tratti di una fiera in cui i venditori di software cercano di saltarvi addosso per vendervi il loro nuovo plug-in che calcola il Rapporto Aeroilluminante solo facendogli vedere le tavole stampate.
Immaginate che non si tratti di un convegno in cui professori ultra-sessant’enni parlano tra di loro di cantiere senza averne mai visto uno.
Immaginate che non si tratti di un congresso in cui gli esperti di statistica vengono a dirvi che avreste dovuto ricominciare a guadagnare perché i dati dicono che la crisi è finita.

Immaginate invece un laboratorio in cui quei software possono essere provati, toccati con mano, ed eventualmente smascherati.
Immaginate una piazza in cui studiosi e professionisti si avvicendano parlando di problemi reali, di progetti veramente realizzati, di ricerche che funzionano, di strumenti che cambiano i numeri nei libri contabili.
State immaginando Digital & BIM.

Locandina_DigitalBIM

Il 19 e il 20 ottobre, in fiera a Bologna, il BIM User Group di cui ho l’onore di far parte prenderà possesso delle mattinate nell’arena Digitalizzazione, Progettazione e Networking, in un avvicendarsi serratissimo di presentazioni al seguito delle quali vi daremo letteralmente in pasto i BIM manager e coordinator delle principali aziende d’Italia, i più celebri professionisti del settore, perché possiate ammazzarli di caffè e spremerli con tutte le domande che vi vengono in mente.
I contenuti che porteranno sono già stati anticipati sul Blog della manifestazione, ma ve li riassumo di seguito, nell’ordine che li vedrà avvicendarsi sul palco dell’arena.


DigitalBIM_BUGslideshow

19 ottobre, dalle 9:30. Claudio Vittori Antisari vi accompagnerà attraverso una serie di interventi che ripercorrono idealmente lo sviluppo di un progetto in BIM, dall’ottimizzazione dei workflow generali fino alla gestione dell’immobile costruito. Si susseguiranno:

 

Manuel André Bottiglieri, Lombardini 22.
Real Time Design Management.
«Come l’uso virtuoso degli strumenti può diventare fattore fondamentale nella definizione dei processi.»
Leggi l’articolo qui.

DigitalBIM Blog_Lombardini22_Real Time Design Management

Vincenzo Panasiti, Architetto, Project BIM Coordinator presso Citterio-Viel Partners.
La progettazione integrata : ottimizzazione del flusso di lavoro attraverso il BIM.
«Nell’era digitale il progettista dovrà evolversi e possedere nuove qualità, necessarie per la progettazione collaborativa multidisciplinare e la crescente complessità del processo che ne consegue.»
Leggi l’articolo qui.

Digital BIM Italia foto VP

Luigi Dattilo, Bim Coordinator e BIM Specialist per GPA Ingegneria.
Il BIM per il progetto strutturale: verso un workflow efficiente.
«Il BIM applicato al progetto strutturale, integrato con modelli FEM fin dalle fasi preliminari, permette di ridurre al minimo errori di progettazione che possono portare ad un rallentamento delle successive fasi di sviluppo del progetto. Lo scambio di dati bidirezionale e interattivo, se opportunamente guidato da figure di coordinamento, riduce esponenzialmente l’aleatorietà delle informazioni con benefici di carattere temporale e qualitativo per i livelli di progettazione successivi.»
Leggi l’articolo qui.

immagine-rex

Riccardo Pagani, REACT.
Project Management in BIM, Rilievo, Progetto e cantiere con il Building Information Modelling.
«Il BIM come strumento di verifica del progetto e simulazione della realizzazione. Dare al committente tutti gli strumenti qualitativi ed economici per programmare e gestire un’opera dal rilievo al cantiere.» Leggi l’articolo qui.

010-ITS-A-M3-Site model

Matteo Sarrocco, BIM Manager Parallel Digital.
Safety BIM.
«Il BIM e la sicurezza: normativa, strumenti e possibili approcci. Comunicazione semplificata ed informazioni disponibili nel modello.»
Leggi l’articolo qui.

Fo incipit

Marco Bisin, eFM.
BIM nella gestione dei patrimoni.
«L’adozione del BIM per la gestione del costruito deve necessariamente partire dalla conoscenza dei processi e degli strumenti gestionali attuali. Questo approccio abilita un’evoluzione sia della gestione ordinaria sia della progettazione stessa dei servizi, rappresentando la chiave di volta per l’evoluzione del settore del Real Estate».
Leggi l’articolo qui.

BUGDigitalBIM-MicheleCarradori

Michele Carradori, BIS-lab®, Gruppo Contec.
La digitalizzazione per la gestione delle legal-issue nella conduzione patrimoniale.
«Spesso si parla di Facility Management affrontando il tema dal solo punto di vista della gestione operativa, intesa come amministrazione del patrimonio edilizio, gestione di spazi, servizi e manutenzione. In realtà esistono degli obblighi di legge, con ricadute penali, che impongono ai datori di lavoro – o a eventuali loro delegati – di occuparsi della gestione dei luoghi di cui sono responsabili. Può la digitalizzazione offrire delle risposte di fronte ad un’evidente necessità di tutela?»
Leggi l’articolo qui.


 

20 ottobre, sempre dalle 9:30. Sarà mio piacere guidarvi attraverso una serie di casi studio e applicazioni concrete. Si susseguiranno:

Diego Minato.
Qualità dei “contenuti” usati nei progetti “BIM”.
«Si fa presto a parlare di Bim e relativa filosofia, ma è l'utilizzatore finale che ha a che fare con gli oggetti con cui "costruisce" il modello, che gli assegna i nomi e compila i parametri, che a volte se li costruisce ma a volte li cerca/trova nel web: un disastro!»

2017-09-28_120939

Giacomo Bergonzoni, Ingegnere e Bim Manager per Open Project, formatore per BIM Foundation.
#BIM4LEED: come il BIM può supportare la certificazione LEED.
«Il BIM e il LEED condividono gli obiettivi progettuali di efficienza, qualità e sostenibilità, per questo si sta lavorando su più fronti per arrivare a una integrazione completa. Già oggi nel framework BIM si possono inserire con successo processi e strumenti specifici per la progettazione e certificazione LEED. L’interoperabilità è il fattore chiave per raggiungere una verifica automatica di tutti i crediti LEED all’interno di un processo BIM.»
Leggi l’articolo qui.

BIM4LEED

Paolo Citelli – Giulio Drudi, BIM Manager e BIM Coordinator per Lombardini 22.
BIM per il Retail.

Matteo Simione, Architetto e BIM Manager, fondatore e amministratore di Bimon.
La progettazione MEP legata al BIM, il caso dell’Aeroporto di Ciampino.
«E’ possibile integrare calcoli specialistici e modellazione BIM? Si, ma c’è bisogno di conoscenza e alta professionalità. Non è più possibile gestire efficientemente i progetti impiantistici con metodologie tradizionali, bisogna ottimizzare i processi ed eliminare gli errori.»
Leggi l’articolo qui.

Aeroporto-Ciampino_Bimon

Simone Caimi, Architetto e BIM Specialist.
Il lato umano del BIM.
Leggi l’articolo qui.

Competenze BIM

Simone Pozzoli, Formatore presso il training center AM4 di Lecco, Autodesk Certified Instructor per Autodesk Revit.
Liquid Team development per progetti BIM.
«The incredible tide. Se il BIM fosse un romanzo, questo potrebbe esserne il titolo. Opere da 100 Milioni nel 2019, opere da 1 Milione nel 2023, tutte le opere nel 2025. La grande, incredibile, marea che sommergerà l’industria delle costruzioni 4.0 nei prossimi otto anni sta arrivando. E proprio perché di ondata si tratta, il BIM in Italia porta con sé una nuova generazione di sfide che tutti gli stakeholder si troveranno a dover affrontare: le sfide liquide.»
Leggi l’articolo qui.

Foggy words over water

Neri Lorenzetto Bologna, BIM Coordinator e MEP Specialist, 2Dto6D.com.
Modelli BIMibridi (BIM & PointCloud) Rilievo LS e modello BIM di 90.000 mq in 10 settimane.
«L’utilizzo dei rilievi in LS ma anche da droni per realizzare i modelli BIM senza dover passare dal CAD. Come poter consegnare un modello BIM di 16 edifici, 90.000mq, in 10 settimane e come organizzare il team. Case history della Manifattura Tabacchi Firenze.»
Leggi l’articolo qui.

2017-02-27_20-01-37


 

Vi aspettiamo a Bologna.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>